Tutto quello che non sai sul clitoride

Tutto quello che non sai sul clitoride

Marzo 6, 2021 1 Di Easytoyz

Il clitoride è la parte più sensibile del corpo femminile ed è considerato l’organo del piacere per eccellenza. Scopriamo dunque dov’è e soprattutto come stimolarlo!

Cos’è il clitoride?

Non ci crederai ma il clitoride è un organo erettile proprio come il pene. È formato essenzialmente da due parti, una nascosta e una visibile ed è ricchissimo di terminazioni nervose. Il glande del clitoride è la parte esposta e si trova in dove si congiungono le piccolo lebbra, nella parte superiore della vulva. Quando viene stimolato ha una vera e propria erezione, diventando più sensibile e aumentando la propria dimensione. È coperto da un prepuzio che in questa fase scende per rendere il “glande” maggiormente scoperto e più sensibile.

Quello che probabilmente non sai è che la parte esterna è la più piccola e che la parte maggiore si trova all’interno del corpo. Questa può misurare circa 10 cm di lunghezza e arrivare fino a 6 cm di larghezza. È formato da due corpi cavernosi che avvolgono l’ingresso della vagina. Questi, quando vengono stimolati, si ingrossano rendendo più sensibile la vagina e il Punto G. Il clitoride quindi, non è solo il piccolo bottoncino che tutti conoscono ma ha sostanzialmente la forma di una Y.

Immagine Clitoride in 3d
Immagine clitoride in 3d

Si dice Il Clitoride o La Clitoride?

Entrambi i modi sono corretti, il termine deriva dal greco κλειτορίς -ίδος Kléis (chiave) e Dorìs (pelle). Solitamente, nei manuali di medicina o trattati scientifici il termine è declinato al maschile. Negli ultimi anni però si è diffuso l’utilizzo della declinazione al femminile.

Potendole usare entrambe, beh, a voi la scelta!

Masturbazione femminile: Come stimolare il clitoride?

Ogni donna ha una sua percezione della sessualità, ognuna è unica e ha un proprio modo di masturbarsi. Alcune preferiscono un approccio diretto, altre un tocco più delicato. Non esiste un modo giusto o sbagliato, quello che è importante è il piacere che si prova in qualunque modo questo arrivi.

Inizia con l’esplorare il tuo corpo, ti accorgerai che a seconda di come sarai eccitata, possono variare i modi in cui vorrai stimolare il clitoride. Potrebbe succedere che prima di essere eccitata al massimo, il tuo fulcro del piacere sia troppo sensibile per essere stimolato direttamente, in quel caso puoi esplorare altri movimenti e quando sarai al top, sentire aumentare la sensazione di piacere.

Ci sono ovviamente molti modi per stimolare il clitoride anche insieme al proprio partner, tutto è concesso per arrivare al piacere, e si passa dalle dita alla lingua. proprio il cunnilingus è uno dei metodi attraverso il quale si raggiunge più facilmente l’orgasmo.

Se poi volete raggiungere il climax, vi consigliamo l’utilizzo di un sex toy. Ne esistono di forme e dimensioni diverse, e tutti hanno l’unico scopo di farci godere più possibile! Dai succhiaclitoride che sono l’ultima frontiera della stimolazione clitoridea, ai classici bullet.

Orgasmo vaginale o clitorideo?

L’orgasmo clitorideo è di gran lunga il più diffuso. Tuttavia, il raggiungimento dell’orgasmo avviene grazie alla stimolazione del clitoride attraverso le pareti della vagina durante la penetrazione. Molte delle donne che si considerano “vaginali” riconoscono che raggiungono l’orgasmo attraverso la stimolazione appunto del clitoride.

Quello che possiamo dire in conclusione è che qualsiasi rapporto e approccio decidiate di avere con il vostro clitoride, fatelo a mente aperta e senza taboo!




Flower photo created by freepik – www.freepik.com